Le piccole e medie imprese sono pronte per la ripresa?

Come hanno fatto le piccole e medie imprese a sopravvivere alla pandemia globale? Lo abbiamo chiesto a 3.000 dirigenti d'azienda per capire in che modo il 2020 ha cambiato il loro modo di lavorare, in meglio o in peggio.

Pulse survey 2020 sulle piccole e medie imprese

Risultati chiave

  • L'87% riferisce un cambiamento nei livelli di attività commerciale a causa della pandemia globale.
  • Il 75% concorda sul fatto che le relazioni con i clienti sono cambiate.
  • Il 90% concorda sul fatto che il futuro del lavoro sia rappresentato da ambienti professionali più incentrati sul digitale.

In che modo il 2020 ha cambiato il business

Chiusure, forza lavoro distribuita e business continuity: la pandemia globale ha posto alcune grandi sfide alle piccole e medie imprese. Nonostante i segni di ripresa, molti manager e dirigenti guardano al futuro con incertezza. La pandemia ha forse cambiato il business per sempre?

Per capire meglio il clima attuale, Dropbox ha collaborato con VasonBournen per condurre un sondaggio indipendente tra i decisori aziendali e IT nel Regno Unito e negli Stati Uniti in aziende operanti in settori e con fatturati diversi. Continua a leggere per scoprire in che modo le aziende si stanno muovendo sulla strada della ripresa per uscire dalla crisi più forti di prima.

Una nuova nozione di business

L'87% ha riportato cambiamenti nell'attività commerciale.

Dalla nostra prima sessione di interviste lo scorso giugno, è emerso chiaramente che le piccole e medie imprese si sono trovate ad affrontare alcune sfide storiche. Il 51% ha riferito un calo dell'attività commerciale, con il rischio per molti di ridurre il personale o di chiudere l'attività.  

Smart working, business continuity e produttività sono risultati i problemi più preoccupanti. Le piccole imprese nei soli Stati Uniti impiegano oltre 60 milioni di persone e giocano un ruolo importante nella creazione di posti di lavoro e nella crescita economica. La pandemia ha spinto molti dirigenti a chiedersi come affrontare un futuro incerto.

Settori diversi, impatto diverso.

Mentre il settore alberghiero e dello spettacolo sono stati particolarmente colpiti dalle restrizioni legate al COVID-19, il settore tecnologico ha visto numeri più positivi. A giugno, il 51% ha riportato un aumento dell'attività commerciale, una percentuale che ad agosto ha raggiunto il 57%. Questo rapido aumento sembra indicare la crescente importanza che la tecnologia riveste nella nostra vita quotidiana, soprattutto con l'adozione da parte di più organizzazioni di strumenti di videoconferenza, e-mail e IT.

Una prospettiva più brillante

La nostra seconda sessione del sondaggio in agosto ha rilevato qualche novità positiva. Più organizzazioni hanno riportato livelli crescenti delle attività commerciali e segni di una possibile ripresa. 

Come hanno fatto le aziende a restare aperte, tenere occupati i dipendenti e rendere felici i clienti? Anche se l'allentamento delle restrizioni ha certamente contribuito, molte aziende hanno fatto ricorso a metodi di lavoro più intelligenti, costrette ad apportare delle innovazioni.

Sarà la flessibilità ad aprire un varco verso la ripresa?

Nonostante tutte le sfide e le battute d'arresto, la redditività e la crescita rimangono le principali priorità di business.
Poiché il percorso verso la ripresa non è ancora chiaro, le aziende devono essere flessibili, in modo da poter modulare rapidamente la propria organizzazione in base alle variazioni della domanda del mercato, ai nuovi modi di lavorare e ai cambiamenti nel comportamento dei clienti. 
Investendo in strumenti IT/di collaborazione, le aziende possono concentrarsi sull'aumento della produttività durante la crisi.
Con il cambiare delle prospettive e l'emergere di nuove opportunità, saranno così più che pronte a cavalcare l'onda. Secondo il nostro sondaggio, l'87% delle piccole e medie imprese conviene nel ritenere gli strumenti di collaborazione fondamentali per sostenere la crescita del business.

Smart working

I problemi di collaborazione rallentano il business

Lavorare in team è sempre più difficile

Quando le aziende hanno invitato i dipendenti a rimanere a casa nel rispetto delle misure di sicurezza per il COVID-19, molti non erano preparati all'improvvisa transizione allo smart working. Come fanno i dipendenti a coordinarsi sui progetti quando non si trovano nemmeno nella stessa stanza? Il nostro sondaggio ha identificato alcuni ostacoli chiave.

Le 3 sfide principali dello smart working

1. Assicurarsi che i team riescano a lavorare insieme
Il 69% riferisce che "documenti e conversazioni non interconnessi e distribuiti su diverse piattaforme rendono il lavoro più difficile". Quando i dipendenti faticano a collaborare, la produttività cala.
2. Misurare la produttività
Quando i manager non vedono i propri team faccia a faccia, può essere difficile assicurarsi che stiano completando le proprie mansioni in modo efficiente. I dipendenti sono concentrati, motivati e al passo con le tempistiche previste?
3. Preservare una solida cultura del lavoro
La cultura del lavoro ha un ruolo importante nel motivare, attrarre e fidelizzare i dipendenti. Senza uno spazio fisico in cui i dipendenti possano interagire e socializzare, come si fa a promuovere una cultura aziendale positiva?

Dallo smart working al lavoro in team

Una solida cultura del lavoro è fondamentale per il successo di un team

Una solida cultura del lavoro è fondamentale per il successo di un team

Quando tutti gli 80 dipendenti di questa agenzia di marketing hanno iniziato a lavorare da casa, i titolari Coltrane Curtis e Lisa Chu hanno mantenuto vivo il business valorizzando i talenti del proprio team e reinventando gli eventi della vita reale come esperienze digitali. Sono stati così in grado di coltivare la creatività e la cultura di squadra, grazie alla flessibilità e all'innovazione verso nuovi modi di collaborare. Scopri di più sulla loro storia.

Guarda il video
Promuovere una cultura del lavoro fuori sede

Promuovere una cultura del lavoro fuori sede

Quando l'app di condivisione video Cameo ha iniziato a registrare una crescita esplosiva durante il lockdown, il CEO Steven Galanis ha colto l'opportunità di cambiare approccio. Cameo sta eliminando del tutto gli uffici, dando vita a un team ancora più solido.

Guarda il video
Cambiare la nozione di lavoro distribuito

Cambiare la nozione di lavoro distribuito

Quando il COVID-19 ha bloccato il settore dello spettacolo, la società di produzione cinematografica Array ha trasformato una battuta d'arresto in un'opportunità. Scopri in che modo il presidente Tilane Jones è stato in grado di trasformare l'azienda e rafforzare l'unione tra i membri del team.

Guarda il video
Aiutare milioni di studenti a tornare a scuola

Aiutare milioni di studenti a tornare a scuola

Quando le scuole di tutto il mondo hanno chiuso i battenti a causa della pandemia, Sal Khan ha dovuto creare rapidamente delle risorse che aiutassero genitori, insegnanti e studenti a passare all'apprendimento virtuale. Scopri in che modo la Khan Academy ha fatto crescere il proprio business per soddisfare esigenze in tempo reale.

Guarda il video

Trasformazione digitale

Lo smart working sta accelerando l'innovazione

Quando la forza lavoro distribuita si è imposta come la nuova normalità, le aziende hanno dovuto riunire rapidamente i team per non interrompere il flusso di lavoro. 

Improvvisamente, hanno adottato strumenti di videoconferenza, project management e spazi di lavoro digitali. Lo scorso giugno, il 74% dei partecipanti al sondaggio ha dichiarato di utilizzare gli strumenti di IT/collaborazione esistenti in modi mai pensati prima. Ad agosto, il 58% ha riferito che la pandemia è servita da catalizzatore per la trasformazione digitale e molti hanno programmato di espandere il proprio budget IT.

Un modo più intelligente di lavorare

 
La corsa inattesa all'uso di strumenti digitali, anche se inizialmente sofferta, ha portato alla luce nuove possibilità. Non si tratta solo di funzionalità interessanti con cui cimentarsi, ma di strumenti critici in grado di migliorare i flussi di lavoro, sbloccare la creatività e far crescere il business.

Tomorrow Lab è un pluripremiato collettivo di designer e ingegneri che creano prodotti tecnologici rivoluzionari. La collaborazione gioca un ruolo fondamentale nelle loro innovazioni. Gli strumenti permettono al team di combinare facilmente procedure di design, tecnologia e ingegneria nei propri flussi di lavoro. Anche quando i protocolli di sicurezza per il COVID-19 hanno costretto l'azienda a lavorare online, le loro prestazioni non ne hanno risentito. L'azienda è riuscita a sfruttare modi più intelligenti di lavorare usando strumenti di videoconferenza per le riunioni quotidiane, la condivisione dello schermo per le revisioni e le sessioni di progettazione in bozza e Slack per le comunicazioni quotidiane.

“Non c'è nulla di più efficiente del pensare come una squadra. La collaborazione richiede strumenti che consentano alle persone di mettere insieme le idee di ogni individuo e creare qualcosa di migliore.”
Tomorrow Lab

Esperienza del cliente

Nuove regole. Nuovi comportamenti dei clienti.

Il 75% concorda sul fatto che le relazioni con i clienti sono cambiate.

La crisi ha apportato cambiamenti rapidi e permanenti nelle aspettative dei clienti. A causa delle restrizioni e delle misure di sicurezza, si è dovuto ricorrere alla ricerca e all'acquisto online. Anche prima della pandemia, il 67% del percorso decisionale dell'acquirente avveniva in modo digitale. Questo numero è destinato ad aumentare con l'abituarsi dei clienti alla comodità e alla più ampia gamma di opzioni. Come fanno le aziende a distinguersi e a rimanere competitive? Le organizzazioni devono dare la priorità alla customer experience.

Il tuo team possiede gli strumenti necessari per collaborare?

 

Il 92% condivide l'idea che una collaborazione interna efficace sia essenziale per offrire una customer experience di successo.

Risultati chiave

Le più grandi sfide per l'assistenza clienti

  • Mantenere rapporti solidi con i clienti acquisiti
  • Creare rapporti solidi con i nuovi clienti online
  • Garantire un'esperienza online positiva
  • Assicurare un supporto efficace attraverso i canali digitali

Migliorare la customer experience

Il rapido aumento dell'adozione digitale rappresenta di fatto una grande opportunità. I canali online possono aiutare le aziende a ridurre i costi, ampliare la copertura sul mercato e comunicare in modo più efficace. Tuttavia, le aziende devono agire rapidamente per poter godere di un vantaggio competitivo. Creare una solida presenza online è più importante che mai.

 

  • Usare la live chat per migliorare il supporto clienti.
  • Raggiungere clienti nuovi e acquisiti tramite i social media.
  • Assicurarsi che il proprio sito sia mobile-first e facile da usare: l'uso dei dispositivi mobili è infatti aumentato in modo esponenziale. 

Personalizzare l'esperienza digitale

Revival Retro è una pluripremiata casa di moda indipendente che ridona nuova vita al glamour degli anni '20 e '40. Dopo aver raggiunto un successo iniziale come negozio fisico a Londra, il marchio si è presto reso conto di quanto fosse necessaria una presenza online per aumentare la competitività e crescere. Scopri di più sulla loro storia
“Sono fiera di me stessa e dell'azienda per aver saputo instaurare rapporti duraturi con i clienti. Ho pensato che, usando la giusta tecnologia, avremmo potuto adottare la stessa politica in rete, creando un negozio online che somigliasse a un negozio fisico. Il successo del nostro business online ci ha trasformati e le prospettive per il futuro appaiono davvero rosee. Social media, community e immagini di qualità rappresentano le basi su cui abbiamo costruito il nostro successo e Dropbox Business ci sta aiutando a gestire il tutto.”
Rowena Howie, titolare di Revival Retro

Oltre la pandemia

Rinascere dalla crisi, più forti di prima

Il 90% concorda sul fatto che il futuro del lavoro sia rappresentato da ambienti professionali incentrati sul digitale.

La pandemia globale ha introdotto un cambiamento apparentemente improvviso nel modo di lavorare e collaborare, sia con i team che con i clienti. Tornare indietro è impossibile. Gli strumenti IT/di collaborazione non solo stanno facilitando la ripresa, ma soddisfano anche le priorità di business e producono vantaggi unici per le organizzazioni, i dipendenti e i clienti.  

Al giorno d'oggi, tutte le aziende stanno vivendo un cambiamento accelerato. Per continuare ad attrarre i clienti, ora come in futuro, dobbiamo trasformarci. L'innovazione è essenziale e ogni investimento digitale fatto nasce dalle esigenze delle decine di milioni di clienti che serviamo.

Catherine Hamilton, Business Performance Director, Poste

Il nostro modo di lavorare potrebbe non tornare ad essere mai più lo stesso

Molte aziende stanno cercando di trarre insegnamento dalla crisi e creare un posto di lavoro migliore. Mentre alcune hanno annunciato modelli ibridi che combinano il lavoro in ufficio con lo smart working, altre stanno eliminando del tutto le sedi fisiche. Entrambi i modelli potrebbero comportare nuovi ed entusiasmanti vantaggi, come l'abbassamento dei costi, l'accesso ad un maggior numero di talenti e la promozione di un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata per i dipendenti. Tuttavia, questo non è altro che l'inizio. La verità è che le aziende devono innovare per rimanere competitive e ripartire più forti di prima una volta che la pandemia si sarà risolta. Adottando orari, luoghi e strumenti più flessibili, le aziende potranno plasmare una nuova cultura del lavoro e intraprendere una nuova era di crescita.

La tua organizzazione è in grado di restare al passo?

Partecipa al nostro rapido sondaggio di benchmark per scoprire in che misura la tua gestione delle attuali sfide aziendali si rapporta a quella di altre organizzazioni di piccole e medie dimensioni.

Informazioni sullo studio

VansonBourne
Ha intervistato 3.000 responsabili decisionali e IT nel Regno Unito e negli Stati Uniti. Le interviste sono state condotte in 2 sessioni: giugno/luglio e agosto.
Partecipanti
Rappresentanti di medie (250-2499 dipendenti), piccole (20-249 dipendenti) e piccole (2-19 dipendenti) organizzazioni.
Settori
Includono tecnologie, edilizia, vendita al dettaglio, finanza, hospitality e produzione, con diverse dimensioni di fatturato.