Lavorare da casa con figli piccoli

Lavorare dal tavolo della cucina non è poi così difficile, ma cosa fare quando a farti compagnia arrivano improvvisamente i tuoi figli?

Una persona che lavora da casa su un laptop con suo figlio

Come lavorare da casa con i bambini

Se hai dovuto sostituire la sede aziendale centrale con una stanza di casa tua, hai a disposizione numerosi strumenti e guide per rendere la transizione allo smart working indolore. Essere genitori, tuttavia, rende tutto molto difficile, anche se tu e i tuoi piccoli siete entusiasti di trascorrere più tempo insieme. Pensare fuori dagli schemi è fondamentale per mantenere la serenità sul lavoro, all'interno del team e con i tuoi figli. Ecco alcuni pratici consigli e trucchi per lavorare da casa da mamma, papà, fratello o sorella.

Spiega la situazione

Anche se i tuoi bambini saranno entusiasti di averti in casa, soprattutto se sono costretti a restare in casa anche loro, devono comunque capire che la vita procede come al solito. Spiega che non è come essere in vacanza: l'orario di lavoro non è cambiato e i loro compiti scolastici e orari di studio sono altrettanto importanti. Questo non solo aiuterà a stabilire delle aspettative, ma eviterà anche eventuali atteggiamenti di rifiuto quando li lascerai fuori dal tuo ufficio domestico per ore.

Stabilisci una routine

Che si tratti dei tuoi figli o fratelli minori o di quelli del tuo compagno di stanza, è facile uscire dalla routine se condividi la tua casa con i più piccoli quando lavori in smart working. Definisci gli orari di lavoro, proprio come faresti in una normale giornata lavorativa in ufficio o quando i bambini sono a scuola. Resisti alla tentazione di dormire fino alle 9 e non fare una pausa pranzo di 2 ore solo perché ne hai la possibilità. Probabilmente avrai bisogno di una maggiore autodisciplina rispetto al solito per dimostrare chiaramente quanto siano importanti le tue ore di lavoro. Potrai quindi essere d'esempio per più giovani.

Preparati per sessioni di lavoro senza bambini

Magari ti entusiasma l'idea di lavorare da casa con i bambini seduti in braccio o che giocano ai tuoi piedi e anche i tuoi collaboratori sono felici di vederli apparire durante una conferenza, ma devi sapere dove stabilire un limite. Se devi fare una telefonata con un cliente o discutere di un argomento per cui eventuali risate sullo sfondo rappresentano una fonte di distrazione, prepararti adeguatamente. Se un altro membro della famiglia è in grado di prendersi cura dei piccoli durante importanti telefonate o riunioni virtuali, chiedigli di farlo. Per i bambini più grandi, assicurati che capiscano che non ti devono disturbare.

Delega

I bambini apprezzeranno probabilmente la novità di questa situazione eccezionale e potresti farlo anche tu! Approfitta quindi per fare le cose in modo leggermente diverso e dai ai tuoi figli delle attività da svolgere durante la giornata. Inizia il programma con del tempo da dedicare allo studio, seguito da una pausa spuntino. Puoi anche stabilire un orario per la TV o per i social media se non vuoi che i tuoi figli si intrattengano su tablet e computer tutto il giorno. Invita i fratelli a fare a gara per il miglior lavoro svolto, oppure partecipa anche tu per dar loro maggior fiducia. Ricordati di premiare il comportamento corretto e il raggiungimento degli obiettivi con uno snack gustoso o un po' di divertimento all'aperto.

Crea un'area di lavoro

Per i tuoi figli, trova una stanza in cui solitamente non giocano e dove possano disporre dello spazio e delle attrezzature necessarie per concentrarsi sulla scuola o su altre attività mentali. Per te, valuta dove ritieni di poter dare il massimo e lavorare senza interruzioni, anche se devi riorganizzare la stanza per trasformarla nel tuo spazio di lavoro. Entrambi gli spazi dovranno essere adeguatamente arredati e liberi dal richiamo della TV, ma anche essere lontani dalle routine altrui, se possibile. Questo ridurrà le possibilità che qualcuno passi e causi una distrazione. Trasformare una stanza esistente ti aiuterà anche ad adottare una sana mentalità di lavoro in remoto , che consentirà a bambini e adulti di entrare in "modalità di lavoro" nel momento in cui entrano.

Segnaletica

Anche se può sembrare semplicistico, o persino sciocco, è comunque efficace. Appendi un cartello alla porta dell'ufficio domestico che hai scelto per comunicare quando sei al lavoro e quando non lo sei; in alternativa, puoi anche apporre un post-it sul laptop per comunicare ai più giovani che non devono disturbarti. La parte migliore è che puoi rendere tutto questo parte della routine e stabilire un "tempo per il lavoro", facendoti aiutare dai bambini a creare i cartelli. Prova a creare un cartello elaborato che i più piccoli possano girare da "stop" a "via" alle 17:00 o dei cartelli in grassetto "Lavori in corso - non entrare!" per le proprie camere durante l'orario di studio. Si tratta di un'attività divertente in cui sia tu che i tuoi figli potete stabilire e apprendere i confini tra orari di lavoro e orari di gioco nelle vostre routine. Puoi anche dare spazio alla creatività e aggiungere qualche domanda e risposta.

Allineati con il team

Per i genitori che lavorano da casa, i figli potrebbero essere un nuovo team, tuttavia è importante assicurarsi che il vero team di lavoro non passi in secondo piano. Il supporto e la comunicazione sono un aspetto fondamentale di qualsiasi aspetto del lavoro in remoto e questo vale anche quando fai parte di un team a distanza. Rimani in contatto e continua a collaborare. Se noti che un membro del team deve affrontare la tua stessa situazione, offrigli supporto, magari aiutandolo a svolgere parte del suo carico di lavoro o addirittura organizzando giochi virtuali con tutti i più piccoli della squadra su Zoom.

Distrazioni

Neanche il piano di smart working perfetto riesce a tenere il passo con l'energia inesauribile della maggior parte dei bambini. Prima o poi, dovrai necessariamente distrarre i piccoli per poter lavorare. Quando hai davvero bisogno di un'ora o due in più per finire il tuo lavoro, ecco alcuni modi per assicurarti un po' di tranquillità:

  • Videochiamate con familiari o amici, una sorta di babysitting virtuale
  • App didattiche sull'iPad
  • Ok ai videogiochi, ma con criterio: prova a usarli come ricompensa
  • Costruzioni e altri giocattoli sensoriali
  • Audiolibri con cuffie per creare un'esperienza immersiva

Accetta le sfide del telelavoro

Siamo onesti, il lavoro di genitore è un'impresa titanica anche nei giorni più normali, perciò non allarmarti se fatichi a gestire una giornata lavorativa allo stesso tempo, soprattutto in questa situazione. Se i tuoi figli intralciano il tuo lavoro, parla in modo onesto e aperto con il tuo manager e il tuo team in modo da poter lavorare con aspettative realistiche. Probabilmente scoprirai che alcuni dei collaboratori hanno gli stessi problemi e creerai nuove opportunità per collaborare e risolverli insieme.