Lavorare e viaggiare con la famiglia? 6 suggerimenti per trovare il luogo perfetto

È facile controllare il tuo ambiente quando lavori da casa, ma è necessario prepararti al meglio anche quando sei in viaggio, soprattutto con la famiglia.

mamma mentre guarda i bambini che giocano

Vivevo in un monolocale a Brooklyn con mio marito e nostra figlia appena nata quando iniziai a lavorare completamente da remoto. Ho pensato, come tanti nella mia stessa posizione: "È ora di levare le tende"!" Perché stare fermi quando con Airbnb e Vrbo trovare una casa "fuori porta" è così facile? In un paio di settimane ho realizzato che viaggiare con i figli e lavorare full-time non era esattamente come me lo ero immaginato. 

Dopo aver toccato decine di posti e commesso tantissimi errori ho imparato molte cose sulle sistemazioni. Quindi, per risparmiarti tempo e stress, ho preparato un elenco di sei suggerimenti per aiutarti a trovare l'equilibrio ideale mentre lavori e viaggi con la famiglia. 

 

Prima di partire:

È meglio condividere il tuo prossimo fuso orario con i colleghi, in modo che sappiano quando poterti contattare e quando non sarai in grado di rispondere immediatamente. Preparati a lavorare nel fuso orario della tua sede abituale. Può sembrare strano, ma ha i suoi lati positivi! Ad esempio, lavorare con il fuso di New York a Los Angeles significa svegliarsi presto al mattino, ma anche poter dedicare tutto il pomeriggio alla famiglia.

Consiglio 1: seleziona "Intero alloggio"

Non è il caso di essere interrotti dal padrone di casa o dal suo cane. La maggior parte dei siti di prenotazione di alloggi per le vacanze offrono l'opzione di prenotare l'intero alloggio, sia in casa che in appartamento. I padroni di casa ti diranno che potrai disporre del tuo spazio "privato" in casa, ma l'unico modo per non sentire rumori molesti sarà selezionare un intero alleggio.

Consiglio 2: cerca una rete Wi-Fi attendibile, prepara un piano B

Il Wi-Fi potrebbe sembrare un requisito scontato, ma l'icona "Wi-Fi" non significa che funzioni. Leggi le recensioni per scoprire se la connessione Wi-Fi funziona, soprattutto nei paesi caratterizzati da una connessione Internet scarsa. Sarà utile soprattutto se riesci a trovare recensioni di persone che hanno lavorato mentre soggiornavano lì. Ad esempio, quando ero in Sudafrica ho dovuto pagare i MB per una connessione estremamente lenta. È imbarazzante quanto costino le mie riunioni di Zoom quando si verificano problemi di connessione. Per fortuna era un viaggio breve.

Anche i piani migliori possono andare a rotoli, quindi è bene avere un piano B. Trova un posto vicino a un bar, o, ancora meglio, vicino a una libreria, per non perdere mai la connessione Wi-Fi. Inoltre, verifica la gestione degli hotspot del tuo gestore di telefonia. Considerando i costi aggiuntivi, sarebbe meglio gestire le videoconferenze tramite app e le e-mail tramite tablet o portatile.

Consiglio 3: più stanze, con porte

Poter chiudere la porta della stanza in cui si lavora è fondamentale, sia per evitare di disturbare il partner (che potrebbe lavorare da remoto come te), sia per evitare di essere disturbati dalle urla dei tuoi bambini. Studia bene le foto della casa vacanze per avere un'idea chiara della planimetria. Gli open space moderni sono fantastici, ma è meglio lasciarli a chi non ha figli. 

Ma non sono solo i bambini. A volte sono la TV e gli elettrodomestici. L'ho imparato a mie spese a Los Angeles, in cui la mia scrivania era accanto alla lavastoviglie e all'asciugatrice, che erano sempre in funzione.

Consiglio 4: adatta ogni spazio in base alle tue esigenze

Quando prevedi di soggiornare in un posto per un lungo periodo, non sentirti obbligato a mantenere tutto così com'è. Se non ti piace la disposizione dei mobili, cambiala. Ma prima di adattare l'arredamento in base alle tue esigenze, ricorda di scattare una foto di com'era in origine, per rimettere a posto prima di partire.

Una volta sistemato tutto secondo le tue esigenze, potresti comunque avere qualche problema. Ad esempio, potresti avere bisogno di una presa di corrente proprio dove non c'è. Ma non preoccuparti, porta gli accessori di cui potresti aver bisogno. Non parto mai senza una presa multipla, un paio di prolunghe e le mie cuffie con cancellazione del rumore.

Consiglio 5: evita soggiorni brevi

I soggiorni brevi sono divertenti e a volte necessari, ma spesso stressanti e costosi. Poter soggiornare per più tempo consente di sistemarsi e sentirsi a casa. Inoltre, la maggior parte dei siti di noleggio offre sconti per soggiorni superiori a un mese. Ricorda: puoi lavorare da qualsiasi luogo. Quindi ignora la vocina che continua a ripeterti di tornare a casa. Devi davvero andare a casa?

Un altro motivo a vantaggio dei soggiorni lunghi è che i bambini hanno sempre bisogno di un paio di giorni per ambientarsi. Per mia figlia, sono necessari almeno quattro giorni. Ho parlato con molte persone che si lamentavano di questo problema.

Consiglio 6: esci e vai in giro

Perché viaggi? Per goderti il mondo! Anche se lavori a tempo pieno, scegli un'area in cui sia possibile lavorare e svagarsi. Così facendo, ti sentirai sempre in vacanza. 

Liberati della vecchia mentalità ancorata all'ufficio. Lavorare da remoto significa lavorare OVUNQUE. Quindi, se puoi usare il tuo telefono come hotspot, lavora in spiaggia o in un borgo antico. 

Consiglio bonus: parti e basta!

Invece di preoccuparti dei piccoli dettagli, dovresti chiederti: "Perché no?" Ho stilato questo elenco per aiutare le persone a non commettere i miei stessi errori. Non ho mai seguito una guida e ho sempre avuto esperienze incredibili lungo il percorso. Ultimamente ho sentito un ottimo consiglio: non cambiare mai i tuoi piani in base al meteo. Nella maggior parte dei casi, andrà oltre le aspettative e, in caso contrario, avrai una bella storia da raccontare.

Per tutto ciò che vale la pena organizzare

Passa a Dropbox Family