Come caricare e organizzare le foto nel cloud in modo professionale

Segui la nostra guida dettagliata dedicata ai fotografi professionali su come caricare e organizzare le foto nel cloud.

08 July 2021
Donna seduta sul divano che guarda lo schermo del laptop

Probabilmente sai già che avere una libreria di foto ben organizzata e accessibile semplifica il lavoro con i clienti, soprattutto se memorizzi tutto nel cloud. Non sempre, tuttavia, è facile concretizzare questi buoni propositi, soprattutto quando si è sopraffatti dalle scadenze imminenti. Fortunatamente, caricare e organizzare le immagini digitali con i servizi di spazio di archiviazione cloud come Dropbox è facile come spostare i file dalla fotocamera al computer. La chiave del successo è rimanere sempre ben organizzati.

Archiviare foto nel cloud

Il modo più semplice per usare lo spazio di archiviazione cloud è trattarlo come un disco rigido esterno a cui poter accedere da qualsiasi posizione e tramite qualsiasi dispositivo. Basta salvare le foto in una cartella online, Che si tratti di Dropbox o di qualsiasi servizio di archiviazione cloud, potrai accedere e condividere le immagini senza dover portare con te un ingombrante disco rigido esterno.

Caricare automaticamente il rullino foto

Un modo ancora più semplice per assicurarti che tutte le foto siano archiviate in modo sicuro nel cloud è configurare Caricamenti da fotocamera. Con questa opzione attivata, le tue foto vengono aggiunte automaticamente nel cloud quando colleghi la fotocamera, la scheda SD, lo smartphone o il tablet. Caricamenti da fotocamera, durante la copia in Dropbox, rinomina automaticamente i file in aaaa-mm-gg hh.mm.ss.jpg, in base ai dati EXIF. Prima di iniziare a usare Caricamenti da fotocamera, è fondamentale aver predisposto una struttura organizzativa che consente di snellire le operazioni di selezione.

Organizzare la libreria di foto in modo professionale

I flussi di lavoro dei fotografi professionisti variano a seconda del budget e della tecnologia. Tutti, dai professionisti con budget elevati ai principianti alle prime armi, dovrebbero personalizzare il modo in cui organizzano la libreria di foto in base alle proprie esigenze specifiche.

Denominazione di cartelle e foto

A differenza degli utenti medi, i fotografi caricano spesso centinaia di foto alla volta. Rinominare ogni foto sarebbe troppo dispendioso in termini di tempo. Inoltre, dato che molte immagini verranno modificate, mantenere il nome dell'immagine predefinito o il nome attribuito automaticamente quando si usa Caricamento da fotocamera, è utile per garantire una continuità tra le versioni.

È fondamentale configurare una convenzione di denominazione delle cartelle coerente e attenersi a essa. Una buona idea per iniziare è la suddivisione per anno delle cartelle principali, che a loro volta verranno suddivise per mese. In queste sottocartelle, se ne possono inserire altre per nome cliente e titolo del progetto.

Ad esempio: 2019 > 08-2019 > Sandra > Matrimonio

All'interno di ogni progetto, sarà poi possibile aggiungere sottocartelle relative a giorni, location, persone, ecc. La sottocartella finale, e particolarmente importante, è quella dedicata alle tue selezioni. Molto probabilmente si tratterà della cartella da condividere con i clienti durante il ciclo di revisione, quindi dovrai avere la certezza di poterla trovare sempre e che contenga solo le immagini che desideri condividere.

Puoi persino aggiungere alle foto hashtag ricercabili per trovare rapidamente ciò di cui hai bisogno. Usa tag come #estate o #2021 sulle singole foto o sull'intera cartella per catalogare i progetti importanti. 

RAW o JPEG: cosa archiviare nel cloud?

I file RAW (.CR3 per Canon, .ARW per Sony, .NRW per Nikon, per nominarne alcuni) hanno dimensioni comprese tra 20 MB e 40 MB per immagine. I JPEG vanno invece da 2 MB a 15 MB. Se non hai molto spazio disponibile nel servizio di archiviazione cloud, una serie di immagini RAW potrebbe occupare tutto lo spazio di archiviazione. Caricando solo i file JPEG, invece, si può risparmiare molto spazio. C'è però uno svantaggio: la qualità dei file JPEG è inferiore e la loro condivisione potrebbe portare a una perdita di generazione.

Tutto sempre online

Se hai molto spazio di archiviazione cloud, ha più senso conservare tutte le tue immagini archiviate online. In questo modo, potrai accedere alle immagini da qualsiasi dispositivo, senza doverti ricordare su quale computer o disco rigido le avevi salvate. Avrai anche il vantaggio di non dover separare RAW, JPEG o selezioni per risparmiare spazio. Tutto sarà esattamente dove deve essere.

Dropbox consente di visualizzare in anteprima oltre 30 tipi di file immagine diversi, tra cui la maggior parte dei file RAW. Puoi visualizzare in anteprima i file Adobe direttamente nel browser senza esportare o usare software particolari. Puoi persino fare in modo che Lightroom e Photoshop sincronizzino automaticamente tutte le foto nel cloud.

Riunire tutto in Dropbox

Ora che hai scoperto come caricare e mantenere tutto organizzato, avrai bisogno di molto spazio di archiviazione cloud sicuro e affidabile per tutte le tue foto. Dropbox Professional offre 3 TB di spazio di archiviazione e altri strumenti utili.

Porta la tua fotografia al livello successivo.

Esplora Dropbox Professional